Benvenuto!

Castellani Shop - Spedizione gratuita

Spedizione gratuita in italia con ordini superiori a 500 € + iva

Castellani Shop - Ordini via email

ordini via email [email protected]

Castellani Shop - Ordini Telefonici

Servizio clienti / ordini telefonici 0587 748052 DAL lunedì AL venerdì dalle 8.00 alle 16.30

Come gestire al meglio un magazzino: La capacità di stoccaggio delle merci

Castellani Shop

Il delicato equilibrio che abbiamo tra lo spazio a disposizione e la capacità di produzione è uno dei fattori più importanti nella corretta gestione del nostro magazzino.

La superficie che abbiamo a disposizione è misurabile ed è attribuibile a dei valori, per cui uno spazio vuoto all’interno del nostro impianto è da considerare come uno spreco.

Sfruttare le superfici al massimo è un fattore complicato e necessita di una profonda analisi delle proprie esigenze.

Per calcolare la capacità di stoccaggio di una magazzino all’interno dell’edificio è data dalla sottrazione della misura totale dell’edificio, espressa in metri cubi, e la misura degli spazi non dedicati allo stoccaggio della merce, come ad esempio gli uffici.

Allo stesso tempo dovremo determinare l’altezza massima di stoccaggio della merce, sottraendo all’altezza totale del tetto del magazzino il valore in altezza di tutti gli elementi presenti al suo interno, come luci e sistemi di ventilazione.

Dunque la capacità di stoccaggio in metri cubi sarà: (Superificie del magazzino- zone non adibite allo stoccaggio) x altezza massima del magazzino. Semplice vero?

Inoltre, per avere una misura concreta dello spazio realmente utilizzato, sarà invece sufficiente dividere due dati come lo spazio totale a disposizione e lo spazio effettivamente utilizzato.

Il risultato espresso in percentuale ci darà il valore attribuibile allo spazio totale di magazzino.

Ora, una volta ottenuti questi parametri potremo fare le nostre dovute considerazioni per ragionare al meglio l’incidenza dell’efficienza del nostro centro di stoccaggio.

Gli elementi del magazzino

  • La tipologia di scaffalatura
  • Le caratteristiche della merce da movimentare
  • Il numero di prodotti da stoccare
  • Il sistema di stoccaggio selezionato (in base alle priorità di picking, ecc)
  • La tipologia di pallet
  • La normativa di riferimento
  • La morfologia del magazzino

La mappatura delle attività di stoccaggio è fondamentale per individuare le criticità, ottimizzare i lavori all’interno del magazzino, e intercettare le opportunità che potrebbero migliorare le performance dei nostri sistemi e per come gestire al meglio un magazzino.

Sicuramente ragionamenti molto differenti sono conseguenti allo stadio di avanzamento del nostro progetto, nel caso in cui il magazzino sia in avviamento, allora le opportunità dovranno essere studiate in fase di progettazione, mentre nel caso di centri già esistenti allora i ragionamenti avranno sempre un’ottica di ottimizzazione e di migliorare le performance di riferimento. Il miglior consiglio è quello di affidarsi sempre ad esperti di settore in grado fornire consulenze mirate e che permettano di ottenere i migliori risultati possibili.

Ci sarebbero molto domande che è sempre bene porsi quando dobbiamo analizzare attentamente il nostro livello di ottimizzazione del magazzino, come ad esempio: sto sfruttando al meglio la superficie che ho a disposizione? L’altezza delle scaffalature è idonea e massimizza lo spazio all’interno del mio magazzino?

Esistono delle parti che non sfrutto ad oggi?

Ecco, nel momento in cui non siamo in grado di soddisfare al meglio queste domande, la mappatura delle metriche evidenziate in questo articolo potranno aiutare nel capire quale percorso di ottimizzazione sarà necessario all’interno del nostro sistema di stoccaggio.

Commento