Benvenuto!

Spedizione gratuita in italia con ordini superiori a 500 € + iva

Servizio clienti / ordini telefonici 0587 748052 DAL lunedì AL venerdì dalle 8.00 alle 16.30

Come organizzarsi con le pulizie dell’ufficio

arredo ufficio

 

Le pulizie uffici non possono e non devono prevedere solo le solite opere di rimozione di polvere e lavaggio dei pavimenti.
Per la maggior parte di noi, infatti, l’ufficio rappresenta il luogo più frequentato dopo casa.
Non c’è da stupirsi se a fine settimana non troviamo cellulare, chiavi della macchina e altre cose sotto pile di carta e di documenti.

Così come non c’è da stupirsi se è proprio lì che prendiamo le nostre più forti allergie.
Ecco perché è importante pulire in profondità il nostro ufficio. Essa deve prevedere tutto quello che può rendersi utile per creare un ambiente ben ordinato, rilassante ed igienico: questo arreca dei benefici non solo in termini di benessere e salute, ma anche di produttività.
Per un ambiente di lavoro produttivo, organizzato e pulito vediamo quali passi seguire ben precisi.

Tutti gli step per una corretta pulizia dell’ufficio

1. Pulire la scrivania

Pulire la scrivania 
Quando la scrivania è sgombra ed esistono armadietti ben organizzati è facile darsi alla pulizia uffici. Ma, ai giorni d’oggi, quale scrivania non presenta un pc?
A meno di un subentrato intervento da parte di un tecnico dei computer, ammettiamolo, nessuno di noi pensa di spostarne le varie componenti e spolverare le zone “eclissate” durante l’arco dell’anno.
Eppure questi sono i luoghi in cui si annidano la gran parte dei germi.
Se le aziende di pulizie in genere intervengono immediatamente proprio lì, provvedendo a disinfettare in profondità tastiera, schermo, mouse ed altre componenti, un motivo ci sarà.

2. Tendaggi e fotocopiatrici


Tendaggi e fotocopiatrici
Molte persone resteranno sorprese nell’apprendere che le pulizie di uffici dovrebbero riguardare anche e soprattutto tende e fotocopiatrici.
Invece, il loro far parte del background fisso dell’ufficio, porta i più a ritenerli esclusi dall’attacco di germi e batteri. E così le tende rimangono immuni dalle pulizie ordinarie per non parlare delle macchine destinate a centinaia di fotocopie all’anno in ufficio.
Gli strumenti per disinfettare le tende, in effetti, a meno di non volerle togliere – lavare – riappendere sono specifici, per questo a volte si preferisce affidarsi ad un’impresa di pulizie.
Stesso discorso vale per le fotocopiatrici, molto complesse da pulire a fondo.

3. Servizi igienici disinfettati a regola d’arte


Servizi igienici disinfettati a regola d’arte
Le pulizie uffici non possono dirsi complete se non si appresta una profonda e quotidiana pulitura dei servizi igienici.
Si tratta oltretutto di una vera e propria misura di sicurezza sia per i clienti che per i dipendenti.
Sbaglia di grosso chi crede che una mera pulizia con uno scopino possa garantirci un WC sano ed igienizzato.

Occorre molto altro! Sapone igienizzante, carta igienica e un sistema per asciugare le mani pensato per inibire la proliferazione batterica sono tutti elementi da non trascurare assolutamente.
Quando si è chiamati a pianificare nei minimi dettagli il buon funzionamento di un bagno, non si deve sottovalutare neppure l’igienizzazione delle superfici con le quali si entra in contatto quindi, pavimenti, porte, maniglie, pomelli dei lavandini, e quant’altro.

Evitare che l’abituale presenza in ufficio possa rappresentare fattore di rischio per tante persone non è solo una necessità, bensì un dovere.
Calendarizza almeno due o tre date all’anno in cui esegui in profondità tutti i punti elencati e il tuo ufficio sarà sempre perfettamente pulito ed in ordine.

Commento