default en

Benvenuto!

Castellani Shop - Spedizione gratuita

Spedizione gratuita in italia con ordini superiori a 500 € + iva

Castellani Shop - Ordini Telefonici

Servizio clienti / ordini telefonici 0587 748052 DAL lunedì AL venerdì dalle 8.00 alle 16.30

Le 3 regole per gestire colleghi difficili in ufficio

Castellani Shop

 

Il lavoro d’ufficio, pur essendo un mestiere abbastanza calmo, che non richiede sforzo fisico, può però stancare davvero molto a livello mentale.

Tante ore seduti sulla sedia davanti al computer, o a compilare carte, possono veramente mettere a dura prova anche le persone dal temperamento più pacifico.

All’aggiunta dello stress mentale e della stanchezza, talvolta ci si mettono pure i colleghi. Non che questi siano un problema di per sé stessi, ma lo possono diventare quando, per qualche ragione appartenente al mondo delle sfortune, sono particolarmente fastidiosi.

A tutti sarà capitato di avere un collega (anche due) antipatico o saccente, oppure inopportuno, o semplicemente col quale non vi era un particolare feeling.

Non c’è cosa peggiore di passare la giornata accanto a qualcuno che non si sopporta. In questo caso, però, esistono delle tattiche da poter mettere in pratica per arginare la situazione e cercare di gestirla al meglio.

Come gestire un collega difficile

Prima di proporti tre regole da seguire per far fronte al collega fastidioso, voglio consigliarti un principio basilare: non dare importanza a situazioni o persone che di per sé non ce l’hanno. Questo pensiero sta alla base del quieto vivere generale ma anche della tua salute mentale. Molto spesso siamo noi che peggioriamo situazioni di per sé meno drastiche di quello che sembrano. Molto spesso siamo noi che ci facciamo trasportare in spirali rabbiose che non ci riguardano. Il primo passo per andare d’accordo con qualcuno, anche col collega difficile, è quello di mettersi in discussione. Bisogna osservare prima di tutto il proprio comportamento, a volte basta una parola in più o una in meno per sbollire gli animi.

Ma passiamo a qualche suggerimento più concreto:

Evitare: con evitare non s’intende nascondersi dietro la macchinetta del caffè, scappare in bagno, non fermare l’ascensore ecc., per sfuggire dal collega difficile; ma evitare di cadere nei tranelli, nelle provocazioni e nei nervosismi altrui. Evitare di considerare il collega difficile come un nemico, evitare di fare gruppo contro di lui… tutte queste sono reazioni normali, che ci viene spontaneo attivare in presenza di persone fastidiose; bisogna, però, fare lo sforzo di evitarle perché sono proprio queste risposte emotive a peggiorare la situazione.

Comunicare: la prima regola, lo sappiamo dai tempi della scuola, è comunicare. Se si vuole risolvere un problema, bisogna parlarne. La comunicazione è la base di ogni rapporto civile. Se hai un problema con qualcuno, cerca di parlargliene, senza rimproverarlo o aggredirlo, ma utilizzando una comunicazione efficace: una strategia comunicativa mirata a evitare lo scontro e propensa alla comprensione.

Separare: separa la vita lavorativa da quella personale. Non portarti a casa rancori e nervosismi provocati sul lavoro e non prenderla sul personale. Impara a non farti trascinare emotivamente dai problemi altrui.

Segui queste tre regole e vedrai che la situazione migliorerà, salvo che non si tratti di vero e proprio mobbing. In questo caso, denuncialo subito ai tuoi superiori. Ricordati che nessuno può permettersi di renderti il lavoro insopportabile. Se il tuo collega è un caso perso, pieno di rabbia e insicurezza da sfogare su ogni essere umano che gli sta attorno, è un problema suo ed è lui a doverlo gestire. Nel caso di mobbing, la prima cosa da fare è trovare qualcuno con cui parlarne. Cerca un sostegno psicologico, rivolgiti ai tuoi colleghi e ai tuoi superiori, l’importante è agire e non tenersi tutto dentro.

Conclusione

Se niente di tutto questo dovesse funzionare, e appurato che il tuo collega non è un infame, prova a ragionare sul fatto di non essere tu il collega difficile. A volte siamo noi ad avere problemi personali che sfoghiamo sugli altri. Niente di grave, una volta capito dove sta il problema, basta risolverlo.

In ogni caso, per garantire a tutti un ambiente di lavoro gradevole, si parte anche dall’arredamento degli uffici. Con un buon design degli interni, come quello proposto da CastellaniShop, anche il collega più difficile verrà al lavoro col sorriso e magari ti offrirà pure un caffè.

Commento