Castellani Shop - Spedizione gratuita

Spedizione gratuita in italia con ordini superiori a 500 € + iva

Castellani Shop - Ordini via email

ordini via email [email protected]

Castellani Shop - Ordini Telefonici

Servizio clienti / ordini telefonici 0587 748052 DAL lunedì AL venerdì dalle 8.00 alle 16.30

Come arredare un open space aziendale

Castellani Shop

 

Organizzare l'open space con razionalità e stile: i consigli.

Arredare un open space aziendale rappresenta una specie di sfida, perché l'ambiente è unico e senza divisori.
Poiché negli uffici è indispensabile garantire la massima funzionalità, insieme alla privacy e ad armonia estetica, è utile sfruttare le diverse zone in modo intelligente e scegliendo i mobili adatti.

La corretta suddivisione degli spazi di un ufficio: la reception

Accoglienza e privacy: gli aspetti essenziali della reception.

Gli elementi che compongono le diverse aree di un ufficio sono la reception, il primo impatto dopo l'ingresso, le aree di lavoro e una zona dedicata al ricevimento di clienti, fornitori e all'organizzazione di riunioni.
In questo senso, per assicurare la privacy necessaria a svolgere le attività aziendali nella tutela dei progetti e delle strategie interne, sarà strategico utilizzare elementi di arredo appositamente creati per suddividere idealmente lo spazio in aree funzionali, anche in assenza di muri o strutture divisorie. 
La reception ideale dovrebbe essere dotata di una forma a L, perché sfrutta lo spazio al meglio e consente a due membri dello staff di occupare la postazione e muoversi liberamente.
Il design angolare permette di ricavare un passaggio laterale per chi esce e chi entra, per dirigersi verso le altre zone dell'open space.
Se quest'ultimo è di ampia metratura, è anche possibile optare per un banco reception a ferro di cavallo, dalle linee eleganti e raffinate, ideali sia per uno stile minimal che più ricercato.

L'area di lavoro: creare divisioni con gli arredi

Suddividere l'open space in area operativa e direzionale con le soluzioni giuste.

Uno dei compiti più difficili, in un open space, è quello di suddividere in modo strategico le zone operative e direzionali, affinché queste siano adeguatamente protette dal traffico in entrata e in uscita ma, allo stesso tempo, siano esposte alla luce esterna per garantire comfort e benessere.
Trascorrere quasi tutta la giornata in un luogo buio, poco salubre e scarsamente aerato rischia di compromettere le prestazioni lavorative e contribuisce a creare un clima di malessere. 
Al contrario, un ambiente luminoso e ben organizzato favorirà un benessere tra i collaboratori e stimolerà performance di livello. 
Le migliori soluzioni per distribuire gli arredi operativi nell'open space comprendono scrivanie multifunzionali dotate di postazione singola o doppia, struttura lineare oppure angolare e scaffali integrati. 
I requisiti fondamentali delle migliori scrivanie operative sono resistenza all'uso, design ergonomico e possibilità di scegliere tra diverse dimensioni, per adattare la postazione di lavoro alle esigenze di lavoro.
Gli scaffali e le cassettiere abbinabili rappresentano un elemento essenziale delle scrivanie per uffici, perché rendono l'attività quotidiana più snella ed efficiente, realizzando allo stesso tempo una sorta di divisorio con le altre postazioni e rispetto al resto dell'ambiente.
Se la pianta dell'open space è quadrata, la suddivisione delle zone sarà più semplice; nel caso di una pianta irregolare, l'occasione potrebbe essere quella giusta per ricavare uno o più uffici direzionali, che risultino meno in vista rispetto a quelli operativi.

Arredare con stile gli uffici direzionali in un open space

I migliori arredi direzionali e personalizzati per i ruoli di punta.

Gli arredi dedicati alle figure di spicco di un'azienda devono comunicare autorevolezza, rigore ed eleganza. 
Quando si ha a che fare con un open space, potrebbe risultare più complicato destinare il giusto spazio agli uffici direzionali, perché questi luoghi, molto più di quelli operativi, devono essere il più possibile protetti da ingressi non autorizzati e da occhi indiscreti.
Organizzare una riunione con i collaboratori fidati, oppure pianificare con il personale preposto le strategie di marketing per il semestre successivo: l'ufficio direzionale deve essere possibilmente spazioso e confortevole, per accogliere una scrivania dalle dimensioni importanti, cassettiere e complementi d'arredo funzionali e raffinati.
In particolare, le scrivanie direzionali rivestono un ruolo fondamentale nell'arredo dello spazio di chi guida il timone dell'azienda. 
Le diverse soluzioni disponibili per la scelta delle scrivanie direzionali più adatte a un open space comprendono set di tavoli in legno e metallo, caratterizzati da numerose tonalità cromatiche e ampiamente personalizzabili. 
L'abbinamento tra scrivania, mobili contenitori e cassettiere coordinati rende l'ambiente elegante e di carattere, con una forte identità e abbinamenti tra materiali che apportano un valore aggiunto estetico e funzionale all'intera zona.
Qualora la struttura dell'open space lo consenta, è anche possibile delimitare l'ufficio direzionale e/o la sala riunioni con pareti attrezzate, che dividano fisicamente lo spazio dedicato al ricevimento del pubblico e alle attività ordinarie da quello destinato ai meeting con finanziatori, clienti, responsabili di altre aziende e altri soggetti di rilievo per l'attività di impresa.
 Un consiglio utile riguarda l'indicazione del percorso da seguire per raggiungere la zona operativa attraverso appositi espositori, che hanno la duplice funzione di contenere brochure e materiale informativo e di suddividere in modo efficace e flessibile i diversi spazi che contraddistinguono l'open space.


Commento